Ricerca

    
cerca solo in questa categoria

Ampliare la ricerca

Contatto

Fritz Frutig

Forschungsanstalt WSL

Istituto federale di ricerca WSL
Sistemi di produzione forestale
Zürcherstrasse 111
CH - 8903 Birmensdorf

Tel: +41 44 739 24 56
Fax: +41 44 739 22 15

Articolo

Autore/i: Peter Lüscher, Stéphane Sciacca, Fritz Frutig
Redazione: WSL, Svizzera
Commenti: Articolo a 0 commenti
Valutazione: Ai miei Preferiti Anteprima di stampa 55.055.055.055.055.0 (23)

La formazione sul tema della protezione dei suoli in Svizzera

Dal 2003, i responsabili della protezione dei suoli in Svizzera stanno adottando il modello di formazione a cinque fasi, denominato DPSIR. Questo concetto persegue lo scopo di implementare misure efficaci a lungo termine di conservazione dei suoli divulgate tramite corsi di formazione mirati ai diversi tipi di operatori. La maggiore consapevolezza osservabile tra gli attori coinvolti e i partecipanti ai corsi, nonché la crescente richiesta di corsi dedicati alla protezione dei suoli lasciano bene sperare che questo concetto di formazione porterà al successo auspicato a lungo termine.

Ausbildungskurs
Figura1 - I partecipanti imparano direttamente in campo e con approccio pratico ad utilizzare i diversi strumenti di misura.
Foto: Marco Walser (WSL)

L'approccio di modello europeo per l'attuazione di un uso sostenibile dei terreni consiste in cinque fasi diverse che danno il nome alla sigla DPSIR. In primo luogo sono individuate le forze d'azione (D=driving forces), che a loro volta innescano le sollecitazioni e i carichi (P=pressures), che a loro volta producono un determinato stato (S=state). Questo specifico stato comporta degli effetti diretti o indiretti (I=impact), per contrastare i quali sono necessarie delle contromisure specifiche in termini di una reazione (R=responses).

Con questo modello di approccio (DPSIR) è possibile caratterizzare i problemi di protezione del suolo, monitorarne la loro variazione nel tempo, controllare le forze che agiscono e valutare i relativi impatti (effetti) e le possibili azioni e provvedimenti volti a gestire e controllare lo stato in cui si trovano i suoli. Esso mostra una via che presuppone una cooperazione diretta tra scienza, società e politica. Esso permette altresì di sviluppare una strategia tematica per divulgare le conoscenze acquisite durante le attività di ricerca. In tal modo la Svizzera intende predisporre provvedimenti che agiscono a lungo termine, principalmente attraverso una formazione mirata nell'ambito di corsi di istruzione e di aggiornamento.

Un gruppo consultivo composto da rappresentanti dei servizi forestali e delle autorità, degli uffici di conservazione del suolo dei Cantoni, dell'associazione degli imprenditori forestali, degli insegnanti dei centri di formazione forestali e dei docenti di selvicoltura presso la scuola universitaria professionale di Zollikofen, oltre che dei servizi di certificazione supporta le attività e gli eventi di formazione organizzati. Esso contribuirà peraltro a garantire che le esigenze della protezione del suolo siano accettate a tutti i livelli e implementare rapidamente.

Gruppi di destinatari

Kursmaterial
Figura 2 - Materiale didattico riguardante il tema dell'approvvigionamento idrico, dell'infiltrazione dell'acqua nel suolo e che illustra le forme di humus e le diverse tipologie di terreni.
Foto: Marco Walser (WSL)

I nostri gruppi di riferimento per i corsi coprono tutte le varie cerchie interessate del tema: proprietari di bosco, compresi gli agricoltori proprietari boschivi, gerenti delle aziende, imprenditori, conduttori dei macchinari forestali, operatori dei servizi forestali e delle varie autorità competenti, organizzazioni ambientaliste, enti di tutela del territorio, responsabili delle certificazioni, politici nonché l'opinione pubblica interessata.

Ogni anno le nostre iniziative di formazione vengono orientate a un target diverso. Nel 2006 si è operato per formare il personale degli uffici cantonali addetti alla conservazione e protezione dei suoli, nel 2007 per il personale che si occupa di formazione a livello cantonale e nel 2008 per i docenti di materie professionali che formano gli apprendisti selvicoltori dei diversi cantoni.

Degli appositi "gioco di ruolo" tagliati su misura permettono di motivare gli iscritti ai corsi a partecipare attivamente all'intero programma del corso. In questo modo si accresce la comprensione reciproca al riguardo delle diverse possibili problematiche specifiche. Si crea in tal modo anche un contesto all'interno del quale è ad esempio possibile smorzare i potenziali conflitti.

Contenuti dei corsi

Bodenaufbau
Figura 3 - Rappresentazione didattica della struttura degli strati di terreno presenti nei diversi tipi di suolo.
Foto: Thomas Reich (WSL)

Le conoscenze di base riguardanti le scienze del suolo, gli aspetti tecnici ed economici sono divulgate attraverso un approccio integrale, orientato ai problemi e adattato al livello di conoscenze del pubblico. Importanti in questo ambito sono gli esempi e gli oggetti concreti presentati durante i corsi direttamente sul terreno.

a) Basi riguardanti suoli forestali

  • Quali sono le proprietà naturali dei suoli?
  • Quali caratteristiche dei terreni possono essere influenzate in modo considerevole attraverso misure di tipo preventivo?
  • Quali effetti hanno le compattazioni del suolo sulle diverse funzioni espletate dai terreni?

b) Provvedimenti pratici rilevanti

  • Quali provvedimenti aumentano o diminuiscono, durante le operazioni di raccolta ed esbosco del legname, i rischi di compattazione del suolo?
  • Quanto è forte l'impatto di queste misure sul breve e sul lungo termine?
  • Di cosa tenere conto a livello di pianificazione, esecuzione e controllo della qualità nel contesto della raccolta e dell'esbosco del legname?

c) Trasferimento delle conoscenze e aspetti metodologici e didattici

  • I potenziali organizzatori di corsi di formazione sulla protezione dei suoli che cosa devono fondamentalmente sapere e trasmettere?

Una sintesi delle conoscenze acquisite durante la formazione avviene sempre basandosi su suggerimenti assai concreti, in modo che essi possano essere tradotti in pratica all'interno dei singoli gruppi di destinatari. In tal modo si riesce anche a stimolare la discussione all'interno dei diversi gruppi, cercando nel contempo di sviluppare tutti i diversi aspetti previsti dai corsi.

Apprendimento delle conoscenze di base

Di regola un corso della durata di un giorno tratta le seguenti due tematiche principali, per una durata di quattro ore ciascuna:

1) Conoscenze del suolo

  • Forme di humus (strati superiori del suolo), il suolo quale habitat;
  • La rizosfera (strati più profondi del suolo)
  • I pori quali possibilità di accumulazione di acqua e quali spazi per l'infiltrazione della stessa
  • Condizioni di aerazione del terreno (caratteristiche di saturazione idrica)
  • Strumenti di misura, ad esempio per rilevare l'umidità attuale del terreno (contenuto in acqua, tensione e potenziale idrico del suolo; resistenza alla penetrazione tramite sonde PANDA)
  • Analisi delle diverse tipologie di tracce lasciate dai veicoli d'esbosco quali lavoro pratico di gruppo, che comprendono pure la divulgazione dei risultati acquisiti durante gli studi
  • Eterogeneità delle stazioni forestali.

2) Tecnologia forestale reti d'allacciamento

  • Protezione del suolo quale problema di ottimizzazione
  • Tipi di macchinari, pesi e sollecitazioni esercitate
  • Provvedimenti in materia di pianificazione di macchinari e attrezzature da utilizzare (reti d'allacciamento secondarie, interfaccia suolo - macchina)
  • Considerazioni sulla certificazione di qualità dei lavori forestali eseguiti
  • Considerazioni sull'efficienza economica delle singole misure.

La documentazione didattica distribuita durante il corso è costantemente aggiornata. Dispense di formazione dedicate ai temi della "compattazione del suolo provocato dall'uso di macchinari" e "dell'uso responsabile dei macchinari forestali" sono disponibili in lingua tedesca e francese. Ausili e supporti didattici di tipo visivo e modelli sono disponibili presso l'Istituto federale di ricerca WSL. Lo stesso sostiene gli organizzatori nella selezione locale degli oggetti da trattare durante i corsi e dei suoli più significativi. Questo include anche la raccolta di dati di base per una più facile localizzazione e caratterizzazione delle stazioni forestali esaminate.

Conclusioni e prospettive future

Ausbildungskurs
Figura 4 - I corsi dedicati alla tutela del suolo incontrano un considerevole interesse da parte dei partecipanti.
Foto: Marco Walser (WSL)

Ultimamente tra tutti gli attori coinvolti durante i corsi si constata una crescente consapevolezza sull'importanza dei suoli. I corsi offerti sono ben frequentati e la domanda di organizzarne aumenta. Le discussioni finali che avvengono durante gli eventi formativi mostrano chiaramente che i partecipanti sono propensi a trasmettere il "terreno" nel modo più intatto possibile alle generazioni future. I feedback ottenuti sono apprezzabilmente positivi e costruttivi.

Solo grazie a rilevamenti successivi eseguiti nell'ambito dell'Inventario Forestale Nazionale sul medesimo reticolo di aree di campionamento sarà possibile verificare se le misure di protezione dei suoli adottate forniranno gli effetti sperati. Provvedimenti vincolanti, in particolare nel campo della formazione, sono previsti per gli anni dal 2010 al 2012 a livello dei singoli Cantoni. Documentazione sul tema in forma di manifesti pieghevoli e di schede per la pratica redatti in funzione dei singoli gruppi d'interesse, nonché uno specifico manuale dovrebbero in futuro incoraggiare e sostenere le attività di implementazione.


  • Traduzione: Fulvio Giudici (Sant'Antonino)

Link esterno

Altri contributi sul tema in waldwissen.net